Autodifesa

L'ISTRUTTORE

Leonardo D'Auria, classe 1983, pratica arti marziali da quasi un decennio. Ha iniziato con gli sport da ring (kick boxing, pugilato, thai boxe), per poi allargare le proprie conoscenze alle arti marziali tradizionali cinesi e alle discipline di difesa personale.  E'  nell'ambito degli sport da ring; ha conseguito alte percentuali di vittoria nell'arco dell'ultimo anno di pratica sportiva, sia a livello dilettantistico che Pro. E' attualmente tra i candidati alla partecipazione al mondiale di Kick Boxing K1 che si svogerà quest'estate in Macedonia. Partecipa regolarmente ai seminari del Maestro Erik Paulson di Los Angeles per quanto riguarda gli sport da combattimento e a quelli del Maestro Bob Breen di Londra nell'ambito delle discipline di difesa personale.

E' cintura nera del M° Tony Ligorio.  Tony Ligorio pratica arti marziali da oltre 30 anni. Insegna dall'età di 15 anni, e il suo percorso didattico è stato in continua ascesa fino a portarlo ad essere uno dei maggiori esponenti mondiali di arti marziali orientali, discipline di difesa personale e sport da combattimento. E' l'unico italiano, ed uno dei due soli al mondo, a potersi fregiare del titolo di FULL INSTRUCTOR del Maestro Bob Breen di Londra, tra i massimi esponenti mondiali per quanto riguarda la pratica e l'insegnamento di Jeet Kune Do, Kali e Panantukan, tre delle principali e più efficaci discipline di difesa personale.

E' tra i massimi esponenti per quanto riguarda le arti marziali tradizionali cinesi; cintura rossa di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Pakua del M° Shin Dae Wong; allievo di Tai Chi stile Chen e Nei Kung del M° George Xu; uno dei pochi occidentali ad aver partecipato al China Camp 2010 di Pechino, conseguendo l'attestato di Maestro della WACIMA (Worldwide Association of Chinese Internal Martial Arts.).
Come atleta di Kick Boxing, MMA (mixed martial arts), Sanda e altre discipline da ring, può contare oltre 80 match a contatto pieno, di cui 73 vinti. Come allenatore può vantare uno dei team con una delle più alte percentuali di vittorie in ItaliaAllievo istruttore di sport da combattimento. Da oltre un anno insegna nelle scuole superiori e in varie associazioni sportive, con ottimi risultati sia per quanto riguarda l'interesse suscitato in studenti ed insegnanti, che per l'insegnamento dei concetti e delle tecniche di difesa.

 

IL PROGRAMMA DEL CORSO

Le lezioni hanno la durata di 60 minuti. In ognuna di esse viene affrontato un diverso aspetto tecnico della difesa. Alcune lezioni verteranno sul controllo delle prese (ai polsi, alla maglia, alla gola), altre su quello dei pugni e colpi in generale, altre sull'utilizzo di oggetti vari (bastoni, coltelli di fortuna, ecc), per un totale di 20 diverse lezioni, che verranno ripetute ciclicamente. L'assenza ad una lezione non compromette la comprensione di ciò che verrà spiegato in quella successiva.

 

OBIETTIVI DEL CORSO DI DIFESA PERSONALE

Il corso si pone l'obiettivo di rendere gli allievi consapevoli dell'esistenza di metodi semplici ed efficaci per tutelare la propria incolumità in condizioni di pericolo reale, fornendo innanzitutto una preparazione mentale per affrontare situazioni di elevato stress e pericolo.Non occorre un'elevata preparazione fisica per lo svolgimento del corso; sarà comunque richiesto un certo impegno motorio da parte degli allievi per l'esecuzione di alcune tecniche e di alcuni esercizi propedeutici alle stesse.

Finalità fisiche

• Migliorare il rapporto con il proprio corpo diverse fasce muscolari e articolazioni, e del controllo che possiamo esercitare su di esse. 

• Migliorare le potenzialità del fisico attraverso il movimento avviene un rinforzo della propria struttura fisica ed un conseguente aumento del tono 

muscolare generale. 

• Conoscenza di semplici tecniche, utilizzabili per la difesa personale. 

Finalità di atteggiamento mentale

• Acquisire il rispetto per se stessi e per l’altro il tipo di allenamento che viene proposto implica la necessità di rispettare tempi e modalità dell’altro senza mai fare male; d’altra parte è necessario acquisire autocontrollo nel movimento, sempre cercando il miglioramento. 

• Migliorare la propria autostima e sicurezza, il lavoro che viene svolto è mirato proprio alla consapevolezza del poter agire e del sapere difendersi senza sentire la necessità di provocare; cosa che spesso accade proprio per insicurezza.

• Imparare a sopportare fatica, riuscire ad impegnarsi con costanza prendere cioè maggiore coscienza di come avviene il movimento, di come lavorano le 

 

LEZIONI PRIVATE

Sarà possibile, dopo aver concordato giorno ed orario, svolgere delle lezioni private con l'istruttore.