Attività Motoria in Acqua

Si  basa sul movimento in acqua e rappresenta un supporto alle tecniche di terapia riabilitativa, fisioterapica e osteopatica.

Scopo

L' attività in acqua ha lo scopo di porre rimedio ad eventuali limitazioni funzionali dell’organismo permettendogli di adattarsi in modo adeguato agli stimoli provenienti dall’ambiente esterno. 

L’acqua è considerata un elemento fondamentale che favorisce il recupero motorio e porta effetti benefici anche a livello psicologico.

 

Funzione

Lavorare in acqua vuol dire lavorare in scarico, determinato dalla diminuzione del peso corporeo conseguente al minor effetto della forza di gravità, e quindi vuol dire evitare tutte quelle problematiche che spesso si possono verificare nella rieducazione a secco, quali infiammazioni, versamenti articolari, dolori, affaticamento, che rallentano e prolungano i tempi di recupero.

Si evita inoltre che l'utente metta in atto tutti quei meccanismi, per la maggior parte inconsci, di protezione e difesa della parte lesa, permettendogli così di lavorare con la muscolatura più decontratta e di svolgere movimenti più ampi e senza dolore.

 

Svolgimento 

Non è necessario essere degli esperti nuotatori. Infatti l’attività viene svolta in una vasca di acqua calda (30°-35°) la cui altezza massima è di mt. 1,30.

Il progetto racchiude in oltre la possibilità di impartire semplici lezioni di nuoto (individuale o piccoli gruppi) rivolte a coloro che vogliono migliorare le proprie capacità natatorie.

 

A chi è rivolto

L’esercizio fisico in acqua è fortemente indicato perché:

• Facilita la modulazione dei carichi ( approccio terapia -specifico )
• Facilita la gestione delle disabilità ( approccio utente -specifico )
• E’ efficace nella cura di un gran numero di patologie (approccio lesione-specifica)
riconducibili a:

Patologie ortopediche e reumatiche
Artroprotesi
Ricostruzioni legamentose (sia immediatamente che a posteriori dal trauma)
Meniscectomie (sia immediatamente che a posteriori dal trauma)
Scoliosi
Ernia discale
Fratture ossee
Distorsioni e lussazioni
Lesioni muscolo-tendinee
Algie vertebrali
Discopatie
Artrosi
Osteoporosi avanzata
Artrite reumatoide
Altre affezioni reumatiche

Patologie neurologiche:

Emiplegia
Sindromi cerebellari
Paraplegia e poliomielite
Sclerosi multipla